Obiettivi del progetto - progetto ruotolo contro le mafie

Vai ai contenuti

Menu principale:

Progetto Rocco Ruotolo: l'obiettivo finale

Un parco di 8000 mq con annesse sei ville per contrastare efficacemente il dilagare delle mafie nel tessuto sociale, economico di questo paese. L' idea fondante consiste nel dire praticamente ai cittadini: "non sarete più soli nei momenti bui della vita e potrete contare su una struttura che sappia concretamente ascoltarvi". Ma una struttura che nasce dall'aiuto e sostegno dei cittadini non può non tener conto delle idee altrui e per questo vi chiediamo di scriverci e dirci quali servizi dovrebbe erogare una struttura del genere.  Prima di tutto debba essere un "luogo del ricordo e della memoria", quindi la casa di tutte quelle persone che hanno combattuto le mafie e sono stati ammazzati: i veri eroi di questo paese. Un luogo dove ognuno di loro possa continuare a parlare al paese e principalmente ai giovani, quindi instaurare una comunicazione che parli di "cultura della legalità". Le mafie oggi decidono tante cose come ad esempio chi debba vincere le elezioni controllando pacchetti di voti in tutte le regioni e diventando l'ago della bilancia. Riassumendo il primo punto: il parco con le ville devono diventare "luogo di cultura della legalità" e casa di tutte le vittime delle mafie". Solo un luogo che sappia ospitare gli eroi della legalità, potrà ergersi a baluardo della società civile e onesta, quindi la caratura morale per assistere che è ad un passo dall'abisso. Ovviamente ci dovranno essere servizi vari come:

  • Solidarietà ai cittadini in difficoltà coinvolgendo le associazioni preposte

  • Servizi di consulenza e tutela : legale, fiscale e tutte le forme utili ai cittadini

  • Servizi di prevenzione con il sostegno delle forze dell'Ordine e della Magistratura

  • Servizi parabancari

  • Fondo di solidarietà concreto

Ovviamente questi sono solo alcuni servizi. Ma chiedo a tutti voi di compilare il form e inviarci la vostra idea, dirci quali sono i servizi che una struttura del genere debba erogare.


Falcone e Borsellino: senza memoria non c'è futuro






 
Torna ai contenuti | Torna al menu